Il Nuovo e l’Antico. Quattro viole in concerto

Sabato 1°maggio 2021, alle ore 17
Tredicesimo concerto per la stagione 2020/21
dei Concerti del Cantelli
IN STREAMING dall’Auditorium Fratelli Olivieri

Tredicesimo appuntamento per i Concerti del Cantelli, stagione 2020/21 (a cura di Alessandra Aina), previsto per sabato 1° maggio alle ore 17 in streaming.

Protagonista il Forever Viola Quartet inedito e inconsueto ensemble di viole. E già questo è motivo di appeal ed interesse. Non basta: in programma pagine espressamente composte per tale ensemble ed anche una prima esecuzione (italiana).

Il Forever Viola Quartet è un progetto di Maria Ronchini – docente al Cantelli e professionista di vasta esperienza – nato in seno alla sua attività didattica entro il Conservatorio stesso «con l’intento – spiega la docente – di promuovere e valorizzare il ‘dialogo cameristico’ con alcuni tra gli allievi meritevoli che già vantano innumerevoli collaborazioni con prestigiosi ensemble cameristici, orchestre sinfoniche e si avviano verso il mondo del concertismo».

Volentieri lasciamo la parola a Maria Ronchini che – intervistata – così si esprime circa l’appuntamento in oggetto:

«Il programma ‘Il Nuovo e l’Antico’ propone un inedito viaggio nel tempo attraverso le originali rielaborazioni per Quartetto di viole da parte dei compositori contemporanei Garth Knox, Yoichi Sugiyama, Ichiro Nodaira di alcune celebri opere della tradizione musicale classica.

Le esplorazioni sonore di Garth Knox, violista e compositore di origine irlandese, nelle Variazioni su Folies d’Espagne di Marin Marais (1657-1728) si snodano attraverso l’uso di tecniche strumentali quali ‘pizzicato’, ‘sul tasto’, ‘sul ponticello’, ‘glissandi’, considerate ‘‘secondarie’’ nella musica classica e diventate centrali nel linguaggio contemporaneo, tali da essere riferite con il termine ‘‘extended technique’’. Le variazioni di Marin Marais, originali per viola da gamba, si prestano perfettamente per questo tipo di sperimentazione perché invitano gli interpreti a trovare continuamente nuove vie per esprimere diverse atmosfere, tessiture, caratteri. ‘‘ I would like to think that Marin Marais would forgive me for the liberties I have taken with his music, and I even dare to hope that some of the ideas would have greatly amused him’’ (Garth Knox).

Le Kinderszenen di Yoichi Sugiyama, presentate in prima assoluta italiana, opera commissionata dal Museo delle arti di Ohara, non sono semplici ‘ arrangiamenti’ delle Tredici Scene infantili di Robert Schumann per pianoforte, ma sono state completamente ripensate per questa formazione, con abilità e immaginazione. Sorprendono sin dall’inizio, dove il materiale di partenza è atomizzato in breve, quasi ‘frammenti weberniani ’ che si incastrano a livello di ‘hocket’ per produrre una ricca ‘Klangfarbenmelodie’ di timbri d’archi. La straordinaria padronanza della tecnica strumentale contemporanea qui persiste dappertutto attraverso l’uso di ‘armonici’, ‘microtoni’, ‘glissandi ’, ‘arco spazzolato’, sordina metallica producendo un suono ‘come da disco LP o una radio a transistor’ e persino in un punto fischiettando scherzosamente la melodia. Schumann non è stato riorganizzato quanto ricomposto e, soprattutto, ‘modernizzato’.

Infine la ‘trasformazione’ da parte di Ichiro Nodaira della celeberrima Ciaccona, contenuta entro la Partita n. 2 per violino solo di J. S. Bach, al contrario, conserva rigorosamente intatta la forma e i temi si svelano sapientemente attraverso le quattro voci in un perfetto dialogo alternato degli strumenti.

A introdurre il concerto, ça va sans dire, la stessa docente e ideatrice del progetto Maria Ronchini.

Sabato 1° maggio 2021, ore 17 Il Nuovo e l’Antico. Quattro viole in concerto
Un’affermata professionista, Maria Ronchini: concertista di lungo corso con esperienze internazionali, sul versante sia solistico sia cameristico presso prestigiose istituzioni, protagonista di svariate prime esecuzioni di opere a lei dedicate da rilevanti compositori. Docente appassionata e carismatica, titolare al ‘Cantelli’, in grado di entusiasmare i propri allievi al punto di indurli a riunirsi entro una formazione ex novo, tanto originale quanto inconsueta. «Il programma – spiega lei stessa – propone un inedito viaggio nel tempo, attraverso originali rielaborazioni di celebri opere della tradizione classica, da parte di compositori contemporanei». Ecco dunque l’irlandese Knox che ‘rivisita’ pagine del seicentesco Marais per viola da gamba «con tecniche del ‘900», poi il nipponico Sugiyama che «ripensa lo Schumann pianistico con immaginifica abilità, atomizzando la materia sonora con tecnica quasi weberniana». Da ultimo Ichiro Nodaira ‘rivitalizza’ l’immortale Ciaccona bachiana «conservandone rigorosamente intatta la forma, mentre i temi si svelano attraverso le quattro voci in un perfetto dialogo». (A.P.)

Forever Viola Quartet

Maria Ronchini prima viola
Silvia Rossi seconda viola
Martina Raschetti terza viola
Alessio Lisato quarta viola

progetto a cura di Maria Ronchini

Garth Knox (1956)
Marin Marais Variationen (2007)
Elaborazione su Folies d’Espagne

Yoichi Sugiyama (1969)
Kinderszenen (2017, da Robert Schumann)
opera commissionata dal Museo delle arti di Ohara
prima esecuzione italiana

Ichiro Nodaira (1953)
Ciaccona (2000, trascrizione dalla Partita n. 2 per violino solo di J. S. Bach)

presentazione di Maria Ronchini

Per chi lo desideri, lo si potrà seguire liberamente (e gratuitamente) sul canale YouTube del Conservatorio al seguente link:

https://www.youtube.com/c/conservatoriocantellichannel

ovvero consultando direttamente la home page del sito internet del Conservatorio:

https://consno.it/

Un caldo invito al fedele pubblico, agli studenti e agli appassionati che lo desiderino ad ‘iscriversi’ al canale YT.

X