BRAHMS-HARP GUITAR

Venerdì 14 febbraio 2020 ore 21
Auditorium Fratelli Olivieri – ingresso libero
Festival Il mondo della chitarra
Terzo concerto
protagonista:
Massimo Traffano
Brahms-Harp Guitar

Terzo concerto per il Festival della chitarra edizione 2020: è previsto per venerdì 14 febbraio (alle ore 21 in Auditorium Olivieri, ingresso libero); a tenerlo sarà il chitarrista Massimo Traffano, genovese, classe 1978, una già vasta esperienza concertistica, didattica e di ricercatore. Non a caso il programma del suo recital si presenta curioso e intrigante, a partire dal titolo (Brahms-Harp guitar) in riferimento allo strumento inventato dal chitarrista scozzese contemporaneo Paul Galbraith, nonché in relazione alla figura di Pasquale Taraffo, virtuoso genovese dei primi del ‘900.
Il progetto ha portato alla realizzazione di ben due strumenti, vale a dire una singolare chitarra a 12 corde, costruita nel 2014 e una a 14 corde concepita nel 2019 (denominate Brahms-Harp guitar) e realizzate dal liutaio Ennio Giovanetti (cfr. foto).
Il programma ideato ad hoc spazia da Bach (Suite per violoncello BWV 1007 espressamente rielaborata) a pagine di Schubert (i pianistici Momenti Musicali D 780) sino a una prima esecuzione assoluta di un brano del vivente Cecconi (Studio da concerto, omaggio a Goya), includendo altresì una pagina (pianistica) del novecentesco Satie e quattro brani dai celeberrimi e tastieristici Pezzi lirici op. 12 del norvegese Grieg. Da non perdere.

X