ROBERTO POLITI CONFERMATO DIRETTORE DEL CONSERVATORIO

Roberto Politi
Confermato Direttore del Conservatorio ‘Cantelli’ di Novara
Per il triennio 2020/2023

Roberto Politi è stato confermato per il suo secondo mandato oggi, 7 ottobre 2020, quale Direttore dell’ISSM Conservatorio ‘G. Cantelli’ di Novara; sicché, a partire dal 1° novembre p.v., con l’inizio del nuovo Anno Accademico, Politi proseguirà a reggere le sorti del Cantelli per il prossimo triennio 2020-2023. Una direzione che si pone nel segno della continuità con quanto già realizzato nel corso del primo mandato.

La conferma giunge al termine di un anno particolarmente gravoso, data la situazione contingente (e perdurante) sul piano sanitario a seguito dell’emergenza Covid 19.
Il Conservatorio è ora orientato ad una piena riapertura, peraltro già avviata nel corso degli ultimi mesi, nel rigoroso rispetto delle norme volte a contenere la diffusione del virus. Mancava un tassello, di notevole importanza: proprio ieri, grazie alla disponibilità dell’Amministrazione comunale che ha concesso il Salone dell’Arengo del Broletto per le prove dell’orchestra sinfonica, sono riprese le prove sotto la direzione di Nicola Paszkowski, con una prima lettura della Sinfonia n. 1 di Johannes Brahms e della Sinfonia dai Vespri siciliani di Verdi; immaginabile la gioia degli allievi nel tornare a far musica insieme, nel pieno rispetto delle regole del distanziamento secondo i protocolli approvati recentemente.

Già docente di musica da camera al Conservatorio Cantelli, Roberto Politi è inserito da quasi trent’anni nella realtà novarese che conosce assai bene e dove, a sua volta, è conosciuto ed apprezzato anche al di fuori dell’Istituzione, sicché a buon diritto lo si può considerare novarese d’adozione.

Con il rinnovo della Direzione e con la recente nomina del neo Presidente, Lorenzo Olivieri, della quale già si era data notizia, il Cantelli si prepara ad affrontare un nuovo anno accademico: e dunque non solo riprendono i corsi propedeutici, quelli di triennio e di biennio, la scuola di didattica, il nuovo corso di tecnico del suono, ma auspicabilmente vi sarà un’ampia offerta di master, di concerti, nonché la ripresa del Festival fiati, della Settimana della musica contemporanea, del Mondo della chitarra e delle manifestazioni dedicate al periodo barocco che forzosamente erano state sospese la scorsa primavera.

In cantiere poi svariate altre iniziative, quali le celebrazioni delle figure di Guido Cantelli e di Luciano Chailly, nel 100° della nascita.

X