Ensemble di fiati a geometria variabile

Sabato 24 aprile 2021, alle ore 17
Dodicesimo concerto per la stagione 2020/21
dei Concerti del Cantelli
IN STREAMING dall’Auditorium Fratelli Olivieri

Dodicesimo appuntamento per i Concerti del Cantelli, stagione 2020/21 (a cura di Alessandra Aina), previsto per sabato 24 aprile alle ore 17 in diretta streaming.

Con l’ultimo concerto di aprile (sabato 24) il 12° di stagione, ecco una policroma formazione di fiati. In programma alcune rarità (l’operista Ponchielli, per una volta sul versante cameristico) e il poco frequentato Luigi Bassi, ma anche il più noto Briccialdi, che fu flautista di grande spicco.
Gran finale nel segno di Paul Hindemith che della KammerMusik fece uno dei suoi credo estetici e dello spassoso Milhaud, che al folklore carioca seppe attingere talora non comuni elementi ispirativi: contaminandoli con sbarazzina nonchalance a stilemi europei e segnatamente parigini. Da non perdere per alcuna ragione.

Questi i giovani interpreti: Daniele Simoniello, Giacomo Arfacchia clarinetto, Federico Allegro oboe, Arianna Musso flauto, Davide Rausi pianoforte, per la prima parte, poi
Sofia Bevilacqua flauto e ottavino, Federico Allegro oboe, Flavio Fazio clarinetto, Davide Pisani corno, Matteo Maggini fagotto.

A introdurre il concerto – come già in occasione del pomeriggio del 3 aprile – con annotazioni, curiosità, aneddoti, note musicologiche ed altro ancora, la violoncellista Isabella Veggiotti.

Sabato 24 aprile 2021, ore 17 Ensemble di fiati a geometria variabile
Nel corso dell’800 in Italia la produzione operistica occupava quasi in toto le risorse creative, organizzative e quant’altro delle maestranze musicali. Significativa la presenza di autori sommi che non disdegnarono il genere solo in apparenza ‘minore’ della fantasia ovvero della parafrasi o ancora del pot-pourri su temi celebri estrapolati da capolavori teatrali. Ma anche autori meno noti operarono in tal senso, ed ecco allora il raro Luigi Bassi. Poi l’assai illustre Briccialdi, che fu flautista di vaglia e, con percorso curiosamente inverso, l’operista Ponchielli (celebre la sua Gioconda) per una volta proiettato sul côté cameristico. Quindi entrano in scena il dotto Hindemith – grande esperto di complesse polifonie e ricercati contrappunti – e lo spassoso Milhaud che nella sua musica seppe miscelare elementi dissimili, includendo l’universo sudamericano, terra dove ebbe a soggiornare come segretario particolare di Claudel che era divenuto ambasciatore francese a Rio de Janeiro. (A.P.)

Daniele Simoniello, Giacomo Arfacchia clarinetto
Federico Allegro oboe
Arianna Musso flauto
Davide Rausi pianoforte

Luigi Bassi (1833-1871)
Gran Duetto Concertato da La Sonnambula, per due clarinetti e pianoforte

Giulio Briccialdi (1818-1881)
Trio op. 126 per flauto oboe e pianoforte

Amilcare Ponchielli (1834-1886)
Quartetto per fiati con accompagnamento di pianoforte op. 110
Moderato – Andante – Allegro non molto – Allegretto moderato
Andantino – Allegro con brio – Allegro brillante

Sofia Bevilacqua flauto e ottavino
Federico Allegro oboe
Flavio Fazio clarinetto
Davide Pisani corno
Matteo Maggini fagotto

Paul Hindemith (1895-1963)
Kleine Kammermusik für fünf Bläser op. 24 n. 1
Lustig. Mässig, schnelle Viertel – Walzer. Durchweg sehr leise
Ruhig und einfach, Achtel – Schnelle Viertel – Sehr lebhaft

Darius Milhaud (1892-1974)
Suite La cheminée du roi René
Cortège – Aubade – Jongleurs – La maousinglade
Joutes sur l’arc – Chasse a Valabre – Madrigal nocturne

presentazione di Isabella Veggiotti

Per chi lo desideri, lo si potrà seguire liberamente (e gratuitamente) sul canale YouTube del Conservatorio al seguente link:

https://www.youtube.com/c/conservatoriocantellichannel

ovvero consultando direttamente la home page del sito internet del Conservatorio:
https://consno.it/

Un caldo invito al fedele pubblico, agli studenti e agli appassionati che lo desiderino ad ‘iscriversi’ al canale YT.

X