Un insolito trio e un programma ‘tripartito’

Sabato 27 febbraio 2021, alle ore 17
Quarto concerto per la stagione 2020/21
dei Concerti del Cantelli
IN STREAMING dall’Auditorium Fratelli Olivieri

Quarto appuntamento per i Concerti del Cantelli, stagione 2020/21 (a cura di Alessandra Aina), previsto per sabato 27 febbraio alle ore 17 in diretta streaming. E si tratta dell’ultimo concerto di febbraio, cui poi seguiranno svariati altri concerti (quattro in marzo… e via elencando…)

Protagonista il Trio Morgen, singolare formazione che vede appaiata la voce al timbro arcano del corno, sostenuti ora dal più arcaico fortepiano, poi dal più moderno pianoforte.

Di un concerto davvero speciale si tratta, vuoi per l’insolita formazione, vuoi per la ricchezza dei contenuti che spaziano attraverso le epoche e le latitudini, nonché per l’originale e ben riconoscibile impaginazione, per così dire ‘a tre ante’.
Il concerto godrà inoltre di una introduzione in voce a cura del pianista Emanuele Delucchi che ne illustrerà caratteristiche e peculiarità, prevedibilmente incuriosendo il pubblico con aneddoti, dettagli inconsueti e molto altro ancora. Da non perdere.

Un insolito trio e un programma ‘tripartito’
Un trio davvero insolito, quello impegnato quest’oggi, che vede appaiati la voce di un soprano, il timbro arcano di un corno dalle screziate risonanze e un fortepiano, ovvero un pianoforte. Un programma equamente ‘diviso’ in tre ben riconoscibili blocchi. E dunque una prima parte dedicata ad assai celebri pagine di Saint-Saëns (nel 100° della morte), contrassegnate dalla consueta eleganza e solidità formale. Poi ecco Beethoven, in bilico tra la poco eseguita Sonata op. 17 per corno e pianoforte (vero unicum nella produzione beethoveniana: concepita per il talento del cornista Johann Stich, stravagante virtuoso di origine boema, risale all’aprile del 1800) e la sublime produzione liederistica e dunque una scelta dal toccante ciclo An Die Ferne Geliebte (All’amata lontana). Infine incursione nell’universo russo con pagine di Glière – artista singolare ancor tutto da riscoprire – e dell’immenso Cajkovskij, sia sul versante della lirica da camera, sia su quello operistico con uno tra i brani più celebri della strepitosa Dama di picche. (A.P.)

Trio Morgen
Barbara Costa soprano
Roberto Miele corno
Emanuele Delucchi fortepiano/pianoforte

presentazione di Emanuele Delucchi

Camille Saint-Saens (1835-1921)
Morceau de concert op. 94 per corno e pianoforte
Danse macabre per soprano e pianoforte
“Mon coeur s’ouvre à ta voix” da Samson et Dalila op. 47
per soprano, corno e pianoforte

Ludwig van Beethoven (1770-1827)
Sonata in fa maggiore op. 17 per corno e pianoforte
Allegro moderato
Poco Adagio, quasi Andante
Rondo. Allegro moderato
dai Sei Lieder “An die Ferne Geliebte” op. 98 per soprano e pianoforte:
n. 1 “Auf dem Hügel sitz ich spähend” (Sul colle io seggo osservando)
n. 6 “Nimm sie hin denn diese Lieder” (Accetta dunque questi canti)

Reinhold Moritzevic Glière (1875-1956)
dal Concerto per corno in si bemolle maggiore op. 91:
Moderato. Allegro vivace (terzo movimento)
trascr. per corno e pianoforte

Pëtr Il’ic Cajkovskij (1840-1893)
dalle Sei Romanze op. 6:
n. 2 “Nie slova o drug moi o” (Non una parola, amico mio)
per soprano e pianoforte
n. 6 “Net, tol’ka tot, kto snal” (No, solo chi conosce la nostalgia)
per soprano, corno e pianoforte
“Usc viecer” (Già sera), duetto da atto primo scena seconda de La Dama di picche op. 68
per soprano, corno e pianoforte

Per chi lo desideri, lo si potrà seguire liberamente (e gratuitamente) sul canale YouTube del Conservatorio al seguente link:
https://www.youtube.com/c/conservatoriocantellichannel

ovvero consultando direttamente la home page
del sito internet del Conservatorio:
https://consno.it/

Un caldo invito al fedele pubblico, agli studenti e agli appassionati che lo desiderino ad ‘iscriversi’ al canale YT.

X