Concerto finale dei Partecipanti al RossiniLab

“Il cantar che nell’anima si sente”
CONCERTO FINALE (Gala)
dei PARTECIPANTI al RossiniLab

Venerdì 22 ottobre alle ore 17,00, presso l’Auditorium Fratelli Olivieri del Conservatorio ‘G. Cantelli’ di Novara (con ingresso libero, ma con prenotazione obbligatoria sul sito del Cantelli) si terrà il concerto finale dei partecipanti al RossiniLab, seminario di prassi esecutiva rossiniana, ideato e realizzato da Giovanni Botta, docente di Canto dell’ISSM Conservatorio ‘Cantelli’ e Direttore Artistico e Scientifico del RossiniLab.

Come già si era anticipato precedentemente, quest’anno il RossiniLab che ha visto la partecipazione di un alto numero di allievi (ben 26 tra effettivi ed uditori) è finalizzato alla messa in scena de La Cambiale di Matrimonio di Gioachino Rossini. Tra i partecipanti stessi verrà fatta un’accurata selezione per la scelta del doppio cast in vista delle due recite che si terranno prossimamente al Teatro Coccia (il 22 e 23 dicembre 2021, recite già annunciate in cartellone).

Merita rammentare come il RossiniLab, in aggiunta alla docenza principale di Giovanni Botta, si avvalga della co-docenza di Mirca Rosciani (in qualità di direttore d’orchestra), di Ernesto Palacio (master di perfezionamento), Alessandro Marangoni, Daniele Carnini e Alfonso Cipolla (quale regista della produzione stessa, docente di Arte Scenica anch’egli al ‘Cantelli’, regista, critico teatrale, saggista e intellettuale dalla poliedrica e sfaccettata personalità, reduce dal notevole successo conseguito di recente con la regia della Domanda di matrimonio di Luciano Chailly, prodotta dal Dipartimenti di Canto del Cantelli): tutti professionisti volti a porre a disposizione dei partecipanti il bagaglio della loro ampia e pluri-decennale esperienza professionale.

Determinante l’apporto della pianista Yirui Weng, affidabile ed ottimo maestro collaboratore.

Come certamente si ricorderà, il Rossini Lab è una iniziativa del ‘Cantelli’ che prevede lo studio e l’approfondimento delle partiture dell’intera produzione delle Farse di Rossini (a cui si aggiungerà anche l’Adina) e che ne contemplerà l’allestimento, distribuito nei prossimi sei anni, presso il novarese Teatro Coccia.

Si tratta di un progetto con vocazione spiccatamente internazionale, ma al contempo intra-dipartimentale, giacché sono soprattutto gli studenti del ‘Cantelli‘ che potranno avvalersi di questa opportunità formativa, insieme al canale della Accademia Amo del Coccia e quello della European Opera Academy; un quarto canale di utenza è quello costituito dagli studenti esterni (con relativa quota di partecipazione) che potranno trovare al ‘Cantelli’ un laboratorio didattico vocale di fatto davvero unico, nel suo genere.

Sarà Giovanni Botta – ideatore e docente del corso – unitamente ai citati Mirca Rosciani e Ernesto Palacio – a curare la preparazione del doppio cast che debutterà poi – lo si anticipava più sopra – il prossimo 22 dicembre 2021 al Teatro Coccia di Novara con replica il 23.
Si tratta di una pregevole iniziativa che gode del prestigioso patrocinio della Fondazione Rossini e si pone come realtà unica, oltre a quella di Pesaro, che studia le opere rossiniane con rigorosi criteri filologici: i soli oggi in grado di restituire con certezza e attendibilità il dato testuale, ovvero la corretta modalità che permetta di offrire al pubblico interpretazioni non solo di alto livello, ma anche assai prossime alla volontà del pesarese.

X