Dal proto Romanticismo tedesco al mondo sovietico

Sabato 5 giugno 2021, alle ore 17
Diciottesimo concerto per la stagione 2020/21
dei Concerti del Cantelli
IN DIRETTA STREAMING dall’Auditorium Fratelli Olivieri

Un concerto – quello di sabato 5 giugno – che avrà per protagonista, principalmente, la giovane violoncellista Christiana Coppola, recente vincitrice del Primo Premio sezione strumenti ad arco fino a 18 anni, in occasione della XXV edizione del Concorso Strumentistico “Città di Giussano”.
Nella prima parte del concerto sarà affiancata dal flautista Luca Perlini e dal pianista Adrian Nicodim. In formazione di trio, affronteranno il romantico Weber (Trio op. 63), e si tratterà di una (relativa) rarità, dacché il musicista è noto soprattutto per la sua produzione operistica, come pure per le pagine che hanno per protagonista il cangiante timbro del clarinetto. Sicché il programma assume un valore davvero interessante.
Seconda parte di programma dedicata al Novecento e in particolare alla molto nota (e magnifica, oltre che impegnativa) Sonata per violoncello op. 40 del ‘sovietico’ Šostakovič. A interpretarla ancora Christiana Coppola assecondata al pianoforte ancora da Adrian Nicodim. Un vero e proprio duo, dacché la pagina impegna a fondo, sia sul piano espressivo, sia su quello virtuosistico entrambi gli interpreti, posti su un piano di assoluta parità.

Introduzione al pomeriggio musicale, ovvero note illustrative dei contenuti del concerto stesso a cura della pianista Raffaella Pavin.

Sabato 5 giugno 2021, ore 17 Dal proto Romanticismo tedesco al mondo sovietico
Carl Maria von Weber, l’apostolo del primo Romanticismo tedesco: soprattutto se si pone mente alle sue opere teatrali, vere pietre miliari imbevute di tematiche care a quella temperie culturale. E allora ecco l’emblematico Franco cacciatore in cui demonismo, natura selvaggia e amore vincente vanno a braccetto. E poi Euryanthe ed Oberon, nonché le intramontabili destinate al clarinetto. Quest’oggi ne ascoltiamo il superbo e articolato Trio op. 63, pagina matura (1819) dalle suggestive atmosfere timbriche, che elabora spunti liederistici raggiungendo il culmine emotivo entro l’Andante centrale. Quanto alla Sonata op. 40 che Šostakovič compose nell’estate del 1934 è opera eclettica di grande appeal caratterizzata da due movimenti per così dire tradizionalisti, contrassegnati da un «melodizzare fluente» di ascendenza ancor tutta tardo-romantica – l’Allegro iniziale e il Largo – e due tempi orientati invece verso un linguaggio di natura già tutta novecentesca. Ed è proprio nell’intenzionale (e fascinosa) ambiguità linguistica che risiede lo charme di questa magnifica Sonata. (A.P.)

Adrian Nicodim pianoforte
Luca Perlini flauto
Christiana Coppola violoncello

Carl Maria von Weber (1786-1826)
Trio in sol minore per pianoforte, flauto e violoncello op. 63
Allegro molto
Scherzo. Allegro vivace
Andante espressivo
Finale. Allegro

Christiana Coppola violoncello
Adrian Nicodim pianoforte

Dmitrij Šostakovič (1906-1975)
Sonata in re minore per violoncello e pianoforte op. 40
Allegro non troppo
Allegro
Largo
Allegro

presentazione di Raffaella Pavin

Per chi lo desideri, lo si potrà seguire liberamente (e gratuitamente) sul canale YouTube del Conservatorio al seguente link:
https://www.youtube.com/c/conservatoriocantellichannel

ovvero consultando direttamente la home page del sito internet del Conservatorio:
https://consno.it/

Un caldo invito al fedele pubblico, agli studenti e agli appassionati che lo desiderino ad ‘iscriversi’ al canale YT.

X