Presentazione delle attività

ISTITUTO SUPERIORE DI STUDI MUSICALI CONSERVATORIO GUIDO CANTELLI

L'Istituto Superiore di Studi Musicali "Conservatorio Guido Cantelli" di Novara ha ottenuto dal Ministero nel 1996 l'autonomia configurandosi, anche nell'intitolazione, quale realtà attiva e vivace nell'ampio territorio circostante.
Il tradizionale bacino d'utenza è costituito dalle province di Novara, Vercelli, Verbania e Biella, mentre, per la valentìa e la fama degli insegnanti in esso presenti (tra i maggiori musicisti e musicologi attualmente operanti sulla scena nazionale e internazionale), gli studenti provengono da ogni parte d'Italia e dall'estero.
Fin dall'emanazione della L 508, nel 1999, il "Conservatorio Guido Cantelli" ha attivamente partecipato al processo di riforma che ha investito tutto il settore dell'Alta Formazione Artistica e Musicale italiana, rivestendo un ruolo di primo piano a livello nazionale. Attualmente, oltre ai consueti corsi tradizionali di Vecchio Ordinamento, sono presenti i seguenti percorsi per il conseguimento del Diploma Accademico di Primo livello e del Diploma Accademico di Secondo Livello:
Accompagnatore e Collaboratore al Pianoforte, Arpa, Canto, Canto barocco, Chitarra, Clarinetto, Composizione, Composizione vocale e Direzione di Coro, Contrabbasso, Corno, Fagotto, Flauto, Oboe, Organo, Pianoforte, Strumenti a Percussioni, Tromba, Tromba barocca, Trombone, Trombone rinascimentale e barocco, Euphonium, Viola, Violino, Violino Barocco, Violoncello, Violoncello barocco e basso continuo.
Sono altresì costantemente presenti prestigiose master-class relative al Flauto traversiere, ai Timpani, a vari strumenti a fiato.

Negli ultimi anni, l'ISSM "Conservatorio Guido Cantelli" ha promosso una serie di avvenimenti didattici sfociati in manifestazioni artistiche di notevole notorietà e spessore contenutistico tali da richiamare la presenza di aziende leader nel settore quali enti sponsor e tali da attrarre studenti provenienti da realtà didattiche ed artistiche di caratura internazionale. Meritano un cenno particolare:

  • il Festival dei Fiati, da metà aprile a metà maggio di ogni anno e che nel 2012 giunge alla decima edizione, presenta una rassegna di stages, seminari, laboratori, mostre, corsi e concerti inerenti tutto il mondo degli strumenti a fiato, spaziando tra epoche storiche e generi musicali differenti. Il Festival Fiati ha finora ospitato tra i più grandi artisti provenienti da numerose nazioni quali: Francia, Gran Bretagna, Ungheria, Svizzera, Corea, Giappone, Stati Uniti, Canada, Spagna, Germania. All'interno del Festival Fiati viene ospitata una piccola rassegna volta a presentare i migliori studenti dei conservatori italiani. Alcuni gruppi strumentali costituitisi all'interno del Festival, come ad esempio "I Coro di clarinetti del Conservatorio Cantelli" e "Gli Ottoni del Conservatorio Cantelli", sono stati ripetutamente invitati a suonare in prestigiose sedi come Radio Vaticana e il Festival MITO. Nel 2009 e nel 2010, il Festival Fiati dell'ISSM "Conservatorio Guido Cantelli" di Novara è stato insignito della Medaglia che il Presidente della Repubblica ha voluto destinare quale suo premio di rappresentanza.
  • il Mondo della Chitarra, collocato intorno alla prima settimana di ottobre di ogni anno, offre una vasta panoramica sulla produzione chitarristica, dal repertorio barocco a quello contemporaneo. Tale manifestazione si articola in master-class e concerti e al suo interno ha anche ospitato un'esposizione di chitarre storiche, offrendo la possibilità agli studenti iscritti di provare gli strumenti storici nell'ambito degli appositi seminari dedicati;
  • il progetto In-audita Musica, concernente la riscoperta della musica composta da donne nel corso dei secoli. Sono state finora realizzate due mostre itineranti riguardanti compositrici del Seicento e del Settecento corredate da Compact Disc. Nel 2008, in occasione del decennale di tale attività, è stato indetto il Primo Convegno Internazionale che ha visto la partecipazione di studiose e studiosi provenienti dall'Europa e dall'America. Proprio per questa singolare angolatura degli studi musicali, e' stato recentemente ceduto all'ISSM "Conservatorio Guido Cantelli" di Novara l'Archivio "Suono Donne", consistente in oltre trecento partiture composte da artiste contemporanee. Nel 2009 Inaudita Musica è stato riconosciuto come "Buona pratica" per l'Anno Europeo della Creatività e dell'Innovazione.
  • le iniziative legate alla Musica Antica, tra cui si segnalano allestimenti del grande repertorio, quali l'Oratorio di Pasqua di Bach (eseguito anche nella cattedrale di Alessandria e nella Cappella del Palazzo del Governatorato in Vaticano) e la Passione secondo Matteo di Bach eseguita nel 2008 nelle cattedrali di Verbania, Vercelli, Biella e Novara. Sempre in questo settore è notevole il progetto di recupero, riedizione ed esecuzione di antichi manoscritti d'ambiente novarese, coinvolgendo le specializzazioni attive nell'ambito della cosiddetta Musica Antica. Le attività concernenti Musica Antica si avvalgono della collaborazione di specifiche cattedre segnatamente di strumenti ad arco, con la partecipazione di quelle di strumenti a fiato, di basso continuo e di canto barocco. Nel 2009 è stato organizzato, a cura dell'ISSM "Conservatorio Guido Cantelli" di Novara, il Premio Nazionale delle Arti nella sezione "Musica con strumenti antichi" avvalendosi della presenza di una giuria internazionale di grande prestigio;
  • le iniziative del dipartimento di Tastiere, che hanno visto nel 2007 l'organizzazione del Convegno dedicato a Carl Czerny e nel 2009 l'inizio di una serie di studi, Tasti neri, tasti bianchi, volta a sostenere l'attività di ricerca anche tramite concerti e appropriate prove finali. Quest'ultima iniziativa ha visto l'organizzazione di un primo Convegno di studi dedicato al Pianoforte, organo e attività musicale in Italia nel XIX e XX secolo con la partecipazione dei più illustri studiosi dell'argomento. Nel corso del 2011, per tale attività, è in corso il progetto di respiro internazionale inteso a produrre la prima registrazione mondiale degli Studi per pianoforte di Francesco Sangalli e di Adolfo Fumagalli effettuata da 23 studenti provenienti dai Conservatori di Novara (Italia), Poznan (Polonia), Linz (Austria), Bucarest (Romania), Aarhus (Danimarca); le operazioni di registrazione sono state effettuate da studenti di Feldkirch (Austria). Tale progetto è volto sia alla riscoperta concreta di pagine pianistiche italiane, alla loro diffusione e al confronto tra didattiche pianistiche di differenti scuole europee. La presentazione in concerto di queste musiche da parte di tutti gli studenti coinvolti è avvenuta nel corso del Convegno indetto il 27 e 28 settembre 2011. Verrà prodotto un doppio CD che verrà presentato a fine Marzo 2012. Tale progetto è reso possibile grazie al sostegno della Fondazione per la Comunità del novarese onlus e della Fondazione Banca di Intra;
  • l'attività delle classi di canto spesso coinvolte nel territorio per attività concertistica particolarmente gradita, anche supportata dall'orchestra del Conservatorio. Sempre nelle attività legate al canto si segnala la collaborazione con l'Istituto dei Beni Marionettistici e per il teatro popolare di Torino;
  • l'attività dell'Orchestra e del Coro dell'ISSM "Conservatorio Guido Cantelli" di Novara nelle produzioni presentate presso il Teatro Coccia di Novara;
  • l'attività concertistica, con la Stagione "I Concerti del Cantelli",vuole offrire alla città di Novara e a tutto il territorio,un punto di riferimento di qualità per i concerti del repertorio cameristico, strumentale e vocale. GLi interpreti, i nostri migliori allievi selezionati con specifiche audizioni ed alcuni concertisti ospiti, affrontano nell'itinerario musicale della rassegna i capolavori degli ultimi quattro secoli, non trascurando quelli che vengono definiti repertori minori: autori e brani meno conosciuti, che difficilmente si possono ascoltare nelle stagioni musicali tradizionali. La Stagione ha nel tempo consolidato un suo fedele ed affezionato pubblico che trova, nei concerti del sabato alle ore 17, un appuntamento ormai irrinunciabile.
  • la promozione di eventi di rilievo, come quelli concernenti Saverio Mercadante (2004), Guido Cantelli e di Giulio Cesare Sonzogno (2006), con la partecipazioni, tra gli altri, di Bruno Cagli, Quirino Principe, Carlo Fontana. Sempre nel 2006, in occasione delle celebrazioni cantelliane, l'ISSM "Conservatorio Guido Cantelli" di Novara ha acquisito dalla famiglia Cantelli il prezioso fondo costituito dalle partiture, dal carteggio, dalle fotografie, dai programmi di sala, dai dischi registrati, di proprietà di Guido Cantelli. Questo fondo costituisce la base per la costituzione del Centro Studi Cantelli volto alla raccolta della completa documentazione riguardante il grande direttore d'orchestra novarese.
  • Rapporti internazionali L'Istituto Superiore di Studi Musicali "Conservatorio Guido Cantelli" aderisce al programma Erasmus e è socio dell'Association Européenne des Conservatoires.
  • La settimana della musica contemporanea è una recente iniziativa, la prima edizione è del 2016, che vuole affrontare i linguaggi musicali più recenti. La programmazione è articolata in una serie di concerti che spaziano dal novecento storico fino ai giorni nostri, coinvolgendo i nostri docenti, ma anche gli allievi più dotati per questo repertorio. Il Conservatorio è, in quanto centro di ricerca oltre che di formazione, l’istituzione che ha il compito di promuovere e divulgare la musica in ogni sua forma, compresa quella che viene spesso trascurata nei cartelloni concertistici, vuoi per scarso interesse o pigrizia culturale. Il pubblico, oltre ai molti addetti ai lavori, ha iniziato a seguire le nostre iniziative e, per quanto  la musica contemporanea rimanga comunque un repertorio di nicchia, ha un buon seguito. 


Numerosi sono gli studenti del "Conservatorio Guido Cantelli" che, presentati in concorsi nazionali e internazionali, hanno conseguito premi e riconoscimenti.

L'Istituto Superiore di Studi Musicali "Conservatorio Guido Cantelli" attualmente ha sede in un edificio storico di prestigio risalente al 1600 collocato nella zona centrale della città di Novara. Dispone di oltre 30 aule, di un Auditorium di 320 posti dotato di una sala regia e delle attrezzature idonee ad eseguire pagine musicali antiche e contemporanee. L'organo a canne, costruito secondo criteri filologici è imponente e prestigioso. Alcune aule attrezzate con strumentazioni elettroniche aggiornate. La dotazione strumentale può dirsi al completo sia nel settore della musica antica sia in quello della musica contemporanea. Anche strumenti rari, quali il serpentone, l'oficleide, la tromba a chiavi, il flauto basso, il controfagotto, sono a disposizione degli studenti. Nel 2011 è stato acqustato un pianoforte grancoda Fazioli che si affianca ai grancoda già presenti Yamaha e Steinway.

La Biblioteca dell'Istituto, istituita nel 1996, ha visto negli ultimi anni un processo di sviluppo finalizzato a potenziare tutti gli aspetti di gestione, incremento del patrimonio e funzionamento, affinché la Biblioteca possa soddisfare le esigenze di un'utenza specializzata quale è quella del Conservatorio. Dal 2005 la biblioteca ha un accesso autonomo ed è provvista di una Sala di Consultazione con scaffalature aperte per le opere di consultazione, la letteratura musicale, le riproduzioni facsimilari, le opere omnia. E' stato inoltre realizzato un deposito librario con scaffalature compatte scorrevoli, dove sono conservate la musica a stampa e le registrazioni sonore. Vi è inoltre un locale destinato all'emeroteca in cui sono esposti i periodici e un ufficio destinato ai lavori interni.

Copyright © 2012- I.S.S.M. Conservatorio Guido Cantelli di Novara

Via Collegio Gallarini, 1 28100 Novara | Tel. 0321.31252 - 0321.392629 Fax 0321.640556

Powered by Joomla 1.7 Templates